Preoccupazione per la manovra finanziaria provinciale

31 Ott Preoccupazione per la manovra finanziaria provinciale

L’Unione degli Universitari di Trento esprime la propria preoccupazione riguardo alle linee guida presentate dalla Provincia Autonoma di Trento, concernenti la manovra finanziaria per il 2015. Nella slide dedicata all’Università notiamo con grande delusione il taglio dei fondi per la spesa corrente, alla ricerca e alla spesa in conto capitale. Tuttavia, ciò che più ci preoccupa è il passaggio dedicato al capitolo del diritto allo studio. Tra le linee guida che la PAT si propone di seguire per la “razionalizzazione degli interventi” in materia, vi è anche quella di differenziare le politiche in favore degli studenti residenti rispetto a quelli provenienti da altre regioni, tenuto conto del rilevante apporto di risorse al settore a carico del bilancio provinciale.
Ci preme sottolineare ancora una volta che ciò che viene erogato agli studenti provenienti da fuori provincia, viene interamente speso sul territorio, in aggiunta a ciò che lo studente fuorisede deve obbligatoriamente elargire (canoni di locazione, utenze e sostentamento) per poter vivere in Trentino.
Ci auguriamo vivamente che differenziare non significhi discriminare i non trentini sulla base della loro provenienza geografica. Per questo chiediamo che ci possa essere quanto prima un incontro chiarificatore con il presidente Rossi e l’assessore competente. Se così non dovesse accadere, ci impegneremo a tutelare i diritti di tutti gli studenti e di tutte le studentesse, senza distinzione alcuna, mettendo in campo le azioni necessarie nel rispetto della Costituzione.

No Comments

Post A Comment